Home -> spagna -> Informazioni pratiche per organizzare un viaggio a Valencia

Informazioni pratiche per organizzare un viaggio a Valencia

Volete organizzare un viaggio a Valencia?
Ecco tutte le informazioni pratiche per programmare in autonomia un week end o anche qualche giorno in più nella città Spagnola.

oceanografico valencia

Cosa mettere in valigia
Ovvero, che tempo troverò? Valencia è una città piuttosto calda, con un meteo molto simile all’Italia meridionale, pochissime giornate di pioggia e tanto tanto sole.
Io vi consiglio di portare comunque un k-way ed una giacchina un po’ più pesante per la sera, casomai dovesse alzarsi un po’ di vento. Scarpe comode perché pur essendo piccola, o proprio per quello, camminerete tantissimo, ed abiti sportivi.
Non dimenticate gli occhiali da sole, vi serviranno, in tutte le stagioni!

Come arrivare
Valencia è servita da un aeroporto comodissimo, situato ad una decina di km dal centro della città, dove atterranno diverse compagnie low cost che da molte città italiane vi porteranno fin qui (Vueling e Ryanair su tutte).
Dall’aeroporto è possibile raggiungere il centro di Valencia, semplicemente prendendo la metropolitana. 20 minuti e sarete ovunque!
Valencia è collegata anche alle altre città spagnole da una rete ferroviaria abbastanza intensa. Quindi se, come è capitato a noi, volete visitare più luoghi senza noleggiare un auto, potete far tranquillamente affidamento ai treni (Renfe).

Come spostarsi
Sebbene, come già accennavo, il centro storico è tutto concentrato in pochi chilometri, e quindi è possibile visitarlo semplicemente camminando, metropolitane ed autobus vi porteranno ovunque. Il biglietto è lo stesso per entrambi i mezzi ed è possibile sia fare biglietti giornalieri (personali) che una sorta di biglietto cumulato con 10 corse (da condividere).
Sul sito informazioni su prezzi ed orari.
Esiste anche un autobus turistico che vi consentirà di effettuare un tour completo della città. I costi sono molto più alti dei mezzi pubblici, ma se avete poco tempo è un buon modo per una “infarinatura” sui luoghi d’interesse di Valencia.
La macchina, non ve la consiglio. Non perché ci sia molto traffico o difficoltà a parcheggiare, ma semplicemente perché non vi servirà.
Se volete una maggiore autonomia, su spostamenti più lunghi, potete noleggiare una bicicletta. Sono diversi i negozi che offrono questo servizio (che purtroppo non siamo riusciti a provare), le piste ciclabili ci sono sembrate ben fatte e Valencia sembra proprio la città adatta alla vita da ciclista!

spiagge valencia

Valencia Card
Si tratta di una carta che include, per 24, 48 o 72 ore, l’ingresso a molti musei, riduzioni per attrazioni varie (tra cui il bus turistico) e la possibilità di prendere tutti i mezzi pubblici illimitatamente. Purtroppo non comprende la Città dell’Arte e della Scienza e l’Oceanografico ma vi darà comunque una buona riduzione. Io la consiglio ma dovete verificare bene se vi conviene in base a quello che avete intenzione di vedere.
Potete comprarla sul sito o direttamente nei punti turistici di Valencia. Io vi consiglio l’acquisto in aeroporto dato che include anche la possibilità di andare e tornare dal centro città.
Sul sito tutte le informazioni su gratuità e sconti.

Prenotazioni Oceanografico ed altri musei/Visite Guidate
Se volete prenotare anticipatemente l’ingresso all’Oceanografico o ad una qualsiasi attrazione di Valencia, potete rivolgervi all’Ufficio Turistico. Se li contattate anticipatamente saranno anche in grado di aiutarvi a risolvere qualsiasi vostro dubbio. Rispondono velocemente ed in modo esaustivo.
Nel caso in cui vi servisse organizzare una visita guidata nel centro storico della città, all’Albufera o un percorso ad hoc studiato in base ai vostri interessi (Street art? Itinerario storico? Food&Drink? Modernismo? Natura?) , io vi consiglio di contattare  Paloma Ceballos di Finest TurEvents.

Cosa mangiare
Se dico Valencia, sembra quasi scontato pensare alla Paella Valenciana. In effetti si tratta di uno dei piatti tipici, probabilmente il più noto, a base di riso, verdure (fagiolini in primis), carne (pollo, coniglio) e lumache (probabilmente nei posti maggiormente turistici non le troverete, dato che non piacciono a molti, ma la ricetta tradizionale le prevede!).
Ovviamente troverete anche la Paella di Mariscos, quella al nero e quella mista, nonchè un ulteriore piatto, con gli stessi condimenti, che prende il nome di Fideua ed è qualcosa di monto simile ai nostri spaghetti corti.
Sempre presenti le tapas (spettacolare le Tortillas e lo Jamon Iberico!) e i Bocadillos.
Abbinamento quasi scontato: Sangria! Potete però tranquillamente abbinarci anche una birra fresca o una Clara, birra aromatizzata al limone e quasi analcolica. O, se volete proprio qualcosa di tipico, dovete bere l’Agua de Valencia, un cocktail a base di Cava (le bollicine spagnole, simili al nostro prosecco) o Champagne e succo d’arancia, a volte con aggiunta di vodka e/o Gin.
Tra i dolci, oltre agli immancabili Churros, presenti in tutta la Spagna, troverete i Farton, da inzuppare nell’Horchata (una bevanda molto dolce, simile al nostro latte di mandorla).

Cosa vedere a Valencia 09

Cosa vedere
Su cosa vedere a Valencia ho scritto un post ad hoc quindi vi rimando a quello 🙂
Dovrebbe essere un elenco abbastanza esaustivo di cosa per me è imperdibile. Se avete comunque bisogno di ulteriori informazioni, contattatemi con un commento al post o con un messaggio privato. Vi risponderò con piacere!

Numeri utili
Pronto soccorso (o emergenze in generale) 012
Vigili del fuoco 080
Guardia civile 062
Polizia locale 092
Polizia nazionale 091
Consolato italiano  +34 96 321 72 34 / +34 672 770 743

Elettricità e Telefonia
La corrente utilizzata ha 220 V di tensione e 50 Hz di frequenza. Le prese sono quelle di tipo C e di tipo F.
Vi ricordo che per telefonare a numeri italiani dovete comporre il prefisso 0039 (o +39) davanti al numero, mentre il prefisso per i numeri locali è 0034 (o +34).

Volete organizzare un viaggio a Valencia? Per qualsiasi ulteriore domanda, per un aiuto nell’organizzazione del viaggio, non esitate a contattarmi! Sarà felicissima di darvi una mano!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Ti potrebbe interessare anche

#ColoriDiSpagna giorno 5

E’ il nostro ultimo giorno a Valencia e dedichiamo l’intera mattina alla scoperta dell’Oceanografico e della Città dell’Arte e della Scienza. Io ero già stata ...

#ColoriDiSpagna: giorno 4

#ColoriDiSpagna: giorno 4

Oggi rivediamo Paloma per andare con lei all’Albufera (dove siamo stati ieri ma esclusivamente per pranzo), una zona naturalistica vicino Valencia che non ho mai ...