Home -> calabria -> Calabria On The Road: un itinerario verso la punta d’Italia

Calabria On The Road: un itinerario verso la punta d’Italia

Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

Tutti sanno che sono nata e cresciuta in Calabria, almeno per i miei primi 24 anni di vita, e che amo molto la mia terra, troppo spesso sottovalutata e poco valorizzata agli occhi di chi non ne conosce le bellezze.
Purtroppo io stessa non sempre riesco ad apprezzarne ogni piccola meraviglia: mi ripropongo spesso di fare un tour Calabria on the road ma poi, un po’ per pigrizia, un po’ per quella sensazione, errata, che porta a dire che c’è sempre tempo, rimando di anno in anno, aspettando il momento adatto. Arriverà mai?

Calabria On The Road

Eppure vi assicuro che la Calabria è una terra splendida e ricca di patrimoni naturalistici, culturali, storici, religiosi ed enogastronomici da far invidia a molti altri luoghi, italiani ed esteri. Nel corso degli anni ho avuto la fortuna di fare spesso delle piccole toccate e fuga che mi hanno regalato attimi di emozione e di meraviglia e che mi portano a consigliare spesso la mia terra a chi ha voglia di affrontare un bel viaggio in macchina, diviso tra mari e monti, passando per campagne, colline, piccoli borghi e città da scoprire!

Ho pensato quindi di costruire un piccolo itinerario di una settimana o dieci giorni alla scoperta della Calabria On The Road!

Calabria On The Road: da dove partire?

Da qualsiasi punto di Italia partite, Basilicata esclusa, è probabile che la Calabria sia molto lontana per voi: dovrete attraversare tutto lo Stivale fino alla sua punta e spesso i giorni a disposizione non sono sufficienti. Vi suggerisco quindi un metodo alternativo: arrivare a Lamezia Terme in aeroporto e qui noleggiare un auto che risponda alle vostre esigenze.

Oggi vi porto alla scoperta della parte più a sud della Calabria, ma vi assicuro che anche la zona a nord di Lamezia merita assolutamente una visita!

Calabria On The Road: l’itinerario

L’itinerario che sto per proporvi è, ovviamente, un percorso di massima studiato sui miei particolari gusti ed interessi, cercando di unire le bellezze paesaggistiche a visite culturali e, visto che è piena estate, un po’ di mare. Naturalmente è possibile modificare le tappe a seconda delle proprie predisposizioni personali; se avete bisogno di ulteriori consigli non esitate a contattarmi lasciando un commento al post, sarò più che felice di aiutarvi a creare un itinerario fatto su misura per voi!

Calabria On The Road 2

Giorno 1

Arrivo a Lamezia e ritiro dell’auto a noleggio. Da qui, in circa mezz’ora, potrete raggiungere Pizzo, la prima tappa dell’On The Road in Calabria. Vi consiglio di visitare la Chiesetta di Piedigrotta, interamente scavata nella roccia, il Castello di Murat e di soffermarvi a passeggiare tra i vicoli ed il Belvedere del paese. Assaggiate assolutamente il Tartufo di Pizzo, è impossibile ripartire da qui senza averlo provato!

Forse ti interessa leggere anche Pizzo e Tropea

Giorno 2

Partite presto in direzione Tropea: qua il mare è un vero spettacolo ma la spiaggia è spesso affollata e arrivare tardi significa non riuscire a godersi pienamente lo spettacolo del basso Tirreno. Vi consiglio di fermarvi un po’ in spiaggia, merita davvero tanto, e di salire poi a visitare la Chiesa di Santa Maria dell’Isola ed il paese, da cui godrete di una splendida vista su tutto il golfo! La sera, tornando in spiaggia, potrete gustarvi il tramonto sullo Stromboli o, se preferite, partire per una delle tante crociere giornaliere o serali proprio in direzione di questa bella isola siciliana!

Calabria On The Road 6 Calabria On The Road 7 Calabria On The Road 5

Giorno 3

Continuate a percorrere la costa verso sud fermandovi a fare un bagno a Capo Vaticano e a Scilla, il punto più vicino alla Sicilia. A Scilla vi consiglio di raggiungere Chianalea e di fermarvi a mangiare in uno dei ristoranti sull’acqua: vi assicuro che non ve ne pentirete, nè per i manicaretti a base di pesce che assaggerete, nè per lo spettacolo offerto dal mare.

Giorno 4

Lasciate la costa per raggiungere le montagne. Vi aspetta a poca distanza l’Aspromonte, una montagna dalla vegetazione fitta, dove passeggiare tra aria pulita e sentieri panoramici. Da Scilla, il punto più semplice da raggiungere è Gambarie, da cui partono molte escursioni che vi porteranno alla scoperta di laghi, fiumi e cascate.

Giorno 5

Ritornate sulla costa, più precisamente a Reggio Calabria. Vi consiglio una passeggiata sul lungomare e di visitare la Cattedrale ed il Museo Archeologico Nazionale dove, tra i tanti reperti storici, sono conservati i famosi Bronzi di Riace.

Calabria On The Road 3

Giorno 6

Risaliamo la punta delle stivale, toccando l’altro suo lato: la costa ionica. Vi consiglio di fermarvi a fare un bagno nella Baia di Riace, e a Melito, il punto più a sud della Calabria e, di conseguenza, dell’Italia!
Continuando a percorrere la costa verso nord, potrete lasciare il mare e spostarvi verso l’interno, con una sosta a Gerace per visitare il borgo, considerato uno tra i più belli d’Italia, e la sua Cattedrale.

Giorno 7

Ancora più a nord, sempre nell’interno, vi suggerisco di fermarvi alle Cascate di Bivongi. Qua lascerete la macchina e proseguirete il percorso in jeep e a piedi. Si tratta di un luogo molto suggestivo e, una volta arrivati alle cascate, potrete anche fare il bagno: l’acqua è gelida ma è una esperienza che vi consiglio vivamente di fare. Ritornati alla vostra auto, dirigetevi verso la Cattedrale di Stilo, una piccola chiesa bizantina.

Giorno 8

Riprendete la costa e fermatevi a fare un bagno a Soverato e a Caminia, sono in assoluto tra i punti più belli della costa ionica: noterete un mare cristallino ed un’acqua dai colori davvero splendidi. Da qui raggiungete Catanzaro: la mia città! Probabilmente non sarà tra i luoghi che vi rimarranno più impressi della vostra Calabria On The Road, ma vi consiglio in ogni caso una passeggiata sul corso, fino ad arrivare al Parco della Biodiversità. Fermatevi in una delle trattorie tipiche ed assaggiate la cucina del posto (compresa di Morzeddu – piatto piccante a base di interiora- per gli stomaci più forti).

Calabria On The Road 4 Calabria On The Road 8

Giorno 9

Per il vostro ultimo giorno vi riporto in montagna, sulla Sila Piccola. Vi consiglio di fermarvi a Villaggio Mancuso per una passeggiata tra i negozietti, e di arrivare fino al Lago del Passante. Pranzate in uno dei tanti agriturismi della zona e dopo pranzo, smaltite le calorie passeggiando nel  Centro visite Monaco, o, per i più “attivi”, raggiungete Orme nel Parco, con percorsi tra gli alberi più o meno adrenalinici e molte altre attività naturalistiche (leggete il mio approfondimento per scoprire cosa potrete fare ad Orme nel Parco).

Calabria On The Road 1

Giorno 10

E’ ora di tornare a Lamezia, lasciare l’auto e aspettare il vostro aereo. La Calabria ha ancora tanto da offrirvi: potrete approfondire la visita al sud, o da Lamezia percorrere un itinerario che vi porta verso la parte più a nord.

Post scritto in collaborazione con EasyTerra

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.

4 commenti

  1. Che meraviglia! Sono stata in Calabria tanti anni fa, con i miei genitori, ma per una vacanza stanziale di solo mare. Luoghi bellissimi che meritano sicuramente un viaggio itinerante! Il giro che hai proposto mi sembra un bel mix di tutto!

  2. Spesso sottovalutata, la Calabria è un vero e proprio gioiellino! Da pugliese, non mi è difficile raggiungerla, infatti ho passato lì gran parte delle mie vacanze! Bellissima!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Ti potrebbe interessare anche

sapori di miglierina

Sapori di Miglierina: i prodotti tipici della tradizione

Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.Sapori di Miglierina. Cosa si fa oltre a Miglierina oltre a visitarla, godersi il tramonto o semplicemente ...

Miglierina #comeacasa

Miglierina #comeacasa: emozioni di un borgo autentico

Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.Fu così che una mattina di metà novembre, mentre ero a casa dei miei, una certa Lucia ...