Home -> arte -> Un giorno di primavera a Firenze

Un giorno di primavera a Firenze

28 Marzo 2015

A Firenze ci torno spesso volentieri, anche se non ne ho mai parlato nel blog. Un po’ perché amo molto questa città, ed un po’, anzi forse più per questo in realtà, perchè li a due passi (a Sesto Fiorentino per la precisione) abita una delle mie più care amiche (la stessa del mio viaggio a Mykonos), a cui sono legata da un affetto sincero e profondo. Ogni volta che stiamo insieme so già che mi divertirò tantissimo.
E questo week end non ha fatto eccezione.
Siamo arrivati da lei il venerdì sera subito dopo lavoro. Ad accoglierci, i fantastici murales della stazione di Sesto. Che bella la street art! Sono davvero felice che negli ultimi anni stiano cercando di valorizzarla!

IMG_3510_602x401 IMG_3511_602x401 IMG_3512_602x401 IMG_3513_602x401 IMG_3514_602x401 IMG_3515_602x401 IMG_3516_602x401 IMG_3517_602x401

Un salto a casa per rinfrescarci un po’ e poi via a cena con altri amici in un ristorante dal nome Pizza e Carbone – A casa mia. Personale gentilissimo e mega grigliatona di carne. In fondo, siamo a Firenze, no? 😉
Il giorno successivo, ci da il buongiorno una splendida giornata di sole, tanto calda da decidere di far colazione in terrazzo. Che bello prendere il sole ancora in pigiama, sorseggiando un caffè, una spremuta d’arancia e mangiando dolci buonissimi! Una bella carica per la giornata che ci aspetta!

IMG_3521_602x401 IMG_3525_602x401 IMG_3526_602x401 IMG_3527_602x401 IMG_3528_602x401

Ci prepariamo e con il trenino in 15 minuti siamo a Firenze.
La Chiesa di Santa Maria Novella è sempre bellissima, iniziamo da qui a passeggiare per le stradine del centro. Oggi è tutto paesaggi ed architetture ma prima o poi tornere a Firenze con l’idea di entrare nelle Chiese e nei vari Musei. Per il momento ci godiamo il sole e passeggiando arriviamo fino all’Arno. Lo percorriamo in direzione Ponte Vecchio, bellissimo, con le sue gioiellerie caratteristiche ed un fiume di gente che, come noi, sta approfittando del clima mite di oggi. Poco prima del ponte, in una traversina, vengo attratta da alcune installazioni di arte contemporanea. Ci avviciniamo e tutto il vicolo è stato utilizzato come galleria a cielo aperto. Si tratta di statue in resina bianca, dal corpo umano e dal volto di animale, create dall’architetto Simone d’Auria per il progetto Personal/Unpersonal.

IMG_3531_602x401 IMG_3532_602x401 IMG_3533_602x401 IMG_3535_602x401 IMG_3537_602x401 IMG_3538_602x401 IMG_3543_602x401 IMG_3544_602x401 IMG_3546_602x401 IMG_3547_602x401 IMG_3549_602x401 IMG_3550_602x401 IMG_3553_602x401 IMG_3556_602x401 IMG_3557_602x401 IMG_3558_602x401 IMG_3559_602x401 IMG_3560_602x401 IMG_3561_602x401 IMG_3564_602x401 IMG_3565_602x401 IMG_3567_602x401 IMG_3568_602x401 IMG_3571_602x401 IMG_3572_602x401 IMG_3574_602x401 IMG_3577_602x401 IMG_3581_602x401 IMG_3584_602x401 IMG_3585_602x401 IMG_3587_602x401 IMG_3588_602x401 IMG_3589_602x401 IMG_3591_602x401 IMG_3594_602x401 IMG_3596_602x401 IMG_3597_602x401 IMG_3598_602x401 IMG_3599_602x401 IMG_3603_602x401 IMG_3604_602x401 IMG_3605_602x401 IMG_3607_602x401 IMG_3608_602x401

Continuiamo la nostra passeggiata, passando di fronte al Palazzo della Signoria. Non possiamo avvicinarci molto e non riusciamo quindi ad ammirare da vicino le statue che lo circondano, in quanto oggi è prevista una manifestazione pre-Expo, e l’area è completamente sigillata per la presenza di RAI e di politici vari.

IMG_3633_602x401 IMG_3610_602x401 IMG_3611_602x401 IMG_3612_602x401 IMG_3613_602x401 IMG_3614_602x401 IMG_3615_602x401 IMG_3616_602x401 IMG_3619_602x401 IMG_3622_602x401 IMG_3623_602x401 IMG_3624_602x401 IMG_3632_602x401

E’ oramai ora di pranzo da un pezzo, iniziamo ad aver fame, così decidiamo di mangiare qualcosa al volo, rifugiandoci nel vicino Da’ Vinattieri. Un bel panino con il lampredotto e due schiacciate, mangiati seduti sui gradini nella strada accanto e siamo di nuovo carichi per il pomeriggio.
Passeggiamo ancora fino ad arrivare al Duomo. Bellissimo come sempre. Adoro il marmo policromo. Sotto il sole il bianco, il rosa ed il verde risplendono. Non smetterei mai di guardare la chiesa, da ogni suo lato, la splendida facciata, il campanile che risalta ancora di più con l’azzuro del cielo limpido che Firenze ci sta offrendo, ed il battistero, purtroppo non a vista per lavori di reastauro. Una delle piazze più belle d’Italia, secondo me. E forse anche del mondo. Non riesco a smettere di fotografare. Mi stacco solo un momento per un caffè e poi di nuovo foto.

IMG_3634_602x401 IMG_3635_602x401 IMG_3636_602x401 IMG_3638_602x401 IMG_3639_602x401 IMG_3641_602x401 IMG_3642_602x401 IMG_3643_602x401 IMG_3644_602x401 IMG_3645_602x401 IMG_3647_602x401 IMG_3648_602x401 IMG_3649_602x401 IMG_3654_602x401 IMG_3655_602x401 IMG_3656_602x401 IMG_3657_602x401 IMG_3658_602x401 IMG_3665_602x401 IMG_3666_602x401 IMG_3667_602x401 IMG_3668_602x401 IMG_3669_602x401 IMG_3670_602x401 IMG_3672_602x401 IMG_3673_602x401 IMG_3675_602x401 IMG_3677_602x401 IMG_3680_602x401 IMG_3681_602x401 IMG_3682_602x401 IMG_3683_602x401 IMG_3684_602x401 IMG_3688_602x401 IMG_3689_602x401

Sono quasi le 16 e noi abbiamo prenotato la mostra di Van Gogh Alive, alla chiesa di Santo Stefano al Ponte. E’ da un mese quasi che desideriamo vedere questa esposizione e finalmente è arrivato il momento, rimandato solo di un’ora dalla gentilezza della ragazza alla reception, la quale ci consiglia di ritornare considerando che sono appena entrati oltre 70 bambini. Un ottimo consiglio che ci consente di fare una piccola e golosa pausa gelato da Carapina.
Torniamo alla mostra, saltiamo la fila (grazie al biglietto comprato preventivamente online, un consiglio che do sempre per evitare ore ed ore di coda), e ci godiamo uno degli spettacoli più belli a cui abbia mai assistito. La mostra in sè, è una vera opera d’arte, una emozione che non si può descrivere a parole, nè con immagini o video. Va semplicemente vissuta (cit. C.M.).

IMG_3690_602x401 IMG_3691_602x401IMG_3713_711x474

Dopo la mostra, ancora coinvolti da quello che abbiamo visto, torniamo indietro fino alla stazione e riprendiamo il trenino per Sesto Fiorentino. Stasera ci aspetta una cena spettacolare da Cucineria la Mattonaia.

IMG_3874_602x401 IMG_3875_602x401 IMG_3877_602x401 IMG_3878_602x401 IMG_3879_602x401 IMG_3880_602x401 IMG_3881_602x401 IMG_3882_602x401

Il giorno a Firenze è stato bellissimo ed intenso. Pieno di emozioni che ci hanno riempito gli occhi ed il cuore di bellezza.
Andiamo a dormire soddisfatti della giornata appena trascorsa, inconsapevoli, ancora, che domani avremo modo di ammirare un altro volto  della bellissima città toscana, godendo del profilo delineato dalle cupole delle sue chiese e dallo scorrere dell’arno, in cima alle colline che circondano Firenze. Ci aspetta un giorno a Fiesole, nella calma e nella bellezza di questo piccolo borgo arroccato in alto, a pochi chilometri dal capoluogo, prima di tornare in città per prendere il treno di ritorno a Roma.
Il week end è terminato. Ci dispiace di lasciare il silenzio di Sesto ed il poco traffico di Firenze e di far ritorno nel pieno caos di Roma. L’impatto con il rumore della città è molto forte. E a volte ti fa desiderare di esser in un posto diverso. Ma viviamo qui. E la verità è che, nonostante tutto, per me Roma è casa, ed io la amo, così come amo, dopo ogni viaggio, far ritorno a casa mia.

1 Commento

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Ti potrebbe interessare anche

Cosa vedere a Vienna: i luoghi imperdibili

Vienna è una città elegante. Lo sapevo già prima di partire ed i 4 giorni trascorsi nella capitale austriaca non hanno fatto altro che confermare ...

Cosa vedere a Varsavia

Cosa vedere a Varsavia: la sua storia e la rinascita

Varsavia è una città splendida ed in continua evoluzione e rinascita. Prima di raccontarvi cosa vedere a Varsavia, devo farvi un accenno alla sua storia, ...