Home -> diari di viaggio -> Primo viaggio negli States: New York vista dall’alto

Primo viaggio negli States: New York vista dall’alto

Giorno 4 (22 Ottobre 2012)

Approfittando del meteo clemente (sole tutto il giorno) decidiamo che è il giorno giusto per gustarsi la vista su Manhattan ed una bella passeggiata in centro. Iniziamo la nostra giornata con una colazione da Magnolia Backery a base di CupCake alla vaniglia e Brownies al cioccolato. La crema della piccola torta è troppo burrosa per i nostri gusti mentre la torta al cioccolato, pur essendo anch’essa molto dolce, è decisamente più buona. Dopo un breve ingresso al negozio della lego, via subito per una salita al Top of The Rock. La fila, con la NYPass è piuttosto breve ed in poco siamo su. Il panorama è fantastico, soprattutto la vista dell’Empire (suppongo che sarebbe stato anche più bello di sera) e di Central Park. Questo enorme rettangolo verde, che taglia la città, si offre al nostro sguardo in tutto il suo splendore. Ancora non ci siamo andati ed il nostro primo pensiero è stato “mamma mia quanto è grande!!!). Si vede anche il lontananza Lady Liberty. Passiamo sul grattacielo un bel po’ di tempo, impegnati a far fato da ogni angolatura, approfittando anche del fatto che non c’è moltissima gente e che quindi è possibile soffermarsi un po’ di più a gustarsi la vista sulla grande mela.


Ridiscesi, passeggiamo un po’ tra i negozi della 5th strada fino ad arrivare alla Trump Tower (entriamo e saliamo fino al giardino terrazzato) e Tiffany (dove ovviamente possiamo solo guardare e non comprare…) per poi tornare indietro fino a Times Square…è ora di pranzo e oggi vogliamo assaggiare i gamberetti di Bubba Gamp. Prendiamo un piatto misto che ci è piaciuto ma non entusiasmato più di tanto, con gamberi al cocco, gamberi fritti, tempura d gamberi, patatine fritte e salse varie.


Ancora un pò affamati, decidiamo di proseguire la nostra passeggiata, andando prima verso il Grand Central (che visitiamo con le audio guide comprese nella carta) e poi sulla 5th strada, fino alla 34th, dove facciamo merendina da Nathans con un chili chees dog e delle chili cheese fries (piccola e leggera merenda…) e passiamo un po’ di tempo al Museo del Sesso (incluso nella card). Ci avviamo quindi all’Empire per una vista al tramonto della città. All’interno del grattacielo con la stessa carta abbiamo diritto ad assistere ad uno spettacolo denominato “SkyRide”. Si tratta di una specie di simulatore che ti fa “volare” sopra tutta la città, raccontandoti un po’ la storia dell’isola. Ovviamente per noi era incluso nella tessera quindi gratis…a pagamento non lo consiglio.


Ci dirigiamo quindi verso gli ascensori, che ci porteranno all’osservatorio. Qua la fila è decisamente superiore rispetto alla mattinata al Top, e anche arrivati su ci rendiamo conto che non sarà piacevole come stamattina. La gente è davvero troppa, devi metterti in fila per poterti avvicinare alla grata e fare qualche foto…non riusciamo quindi a godere più di tanto della vista mozzafiato che appare davanti ai nostri occhi. NY è piena di luci e la notte è ancor più bella. La vista migliore è infatti, almeno per me, quella verso il basso…tutti questi palazzi illuminati e le strade piene di macchine, creano uno scenario da grande metropoli unica al mondo. Tra i vari grattacieli che riusciamo a vedere da qui, mi resta nel cuore il Crysler. E’ in assoluto l’edificio con la guglia più particolare e mi dispiace di non esser riuscita a far delle foto degne della sua bellezza. La sua punta gotica, mi resterà negli occhi e nel cuore per sempre.
Tornati al livello 0, ci sentiamo un po’ stanchi, la giornata è stata impegnativa. Troviamo lì vicino un TGI’s Friday, dove ceniamo con hamburger e patatine prima di ritornare al nostro alloggio.

 

– ritorna all’itinerario con i link alle varie tappe del viaggio-

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Ti potrebbe interessare anche

Cosa vedere a Vienna: i luoghi imperdibili

Vienna è una città elegante. Lo sapevo già prima di partire ed i 4 giorni trascorsi nella capitale austriaca non hanno fatto altro che confermare ...

Cosa vedere a Varsavia

Cosa vedere a Varsavia: la sua storia e la rinascita

Varsavia è una città splendida ed in continua evoluzione e rinascita. Prima di raccontarvi cosa vedere a Varsavia, devo farvi un accenno alla sua storia, ...