Home -> diari di viaggio -> Primo viaggio negli States: tra i musei della grande mela

Primo viaggio negli States: tra i musei della grande mela

Giorno 6 (24 Ottobre 2012)

Stamattina al risveglio Alberto non sta molto bene, si sente un po’ affaticato. Decide comunque di uscire a prendere qualcosa di caldo e di vedere come procede la giornata. Al Dunkin Donuts vicino casa prendiamo un Latte Pumpkin, mentre preferiamo arrivare da Magnolia Bakery per un crumble di mele ed un muffin ai mirtilli. La giornata è un po’ grigia così prendiamo la decisione di dedicarci un po’ ai musei compresi nella NYPass, iniziando dal MoMa che è proprio li vicino. Il museo in sé no è nulla di speciale (a livello architettonico) ma ci sono diverse opere famose molto belle. Fra tutte L’Urlo di Munch, La persistenza della Memoria di Dalì e molte opere di Modigliani, Picasso etc. Molto meno bella la parte dedicata alle sculture contemporanee (onestamente non capisco il senso di questo tipo di arte, che espone parrucche, pezzi di metalli messi un po’ a caso o arredamenti…). Molto carina, invece, la mostra temporanea sui giocattoli antichi (purtroppo non si possono fare foto).


Arrivati a metà visita, Alberto non ce la fa più, si siede ad aspettarmi e quando io termino il giro mi dice che preferisce tornare a casa a riposare. Ha la febbre ed ha bisogno di recuperare un po’ d forze per ripartire i giorni successivi. Lo accompagno alla metro e mentre lui torna verso casa, io proseguo il giro dei musei, andando verso il Whitney Museum…resto dentro 10 minuti al massimo ed onestamente non mi è piaciuto neanche un po’! A pochi passi c’è il MET (Metropolitan Museum of American Art).  Prima di entrare al museo però è ora di mangiare qualcosa. Un bel cheese hot dog da un carrettino li accanto e poi subito dentro al museo…che è immenso!!! Anche troppo per i miei gusti. Lo trovo dispersivo ed un po’ stancante. Giro un po’ qua e la senza una meta ben precisa, curiosando tra le varie opere d’arte. Purtroppo il Roof Garden che tutti mi hanno consigliato per la vista spettacolare è chiuso.

Dopo qualche ora ed i piedi gonfi esco dal MET. Ho ancora un po’ di fame, prendo qualche nachos al formaggio e mi dirigo verso Central Park. Mi siedo ad una panchina, mi riposo un pò e smangiucchio tra un foto ed un’altra. Sono quasi le 16 ed è ora di uscire dal parco per avviarmi verso Times Square e poi verso casa. Prima di rientrare decido però di visitare il Lincoln Center, l’Opera ed il Columbus Center. Li ha inizio la Broadway, che decido di percorrere tutta a piedi. Ho voglia di qualcosa di caldo…passo davanti a
Grom e vengo attratta da un bel bicchiere di Cioccolata Calda (forse un po’ troppo densa per i miei gusti…sarebbe piaciuta ad Alberto) e dei cookies. Continuo la passeggiata fino a Times Square e prendo la metro per Sunnyside. Passo da Wendy’s per un panino per me e da Subway per Alberto. Rientrata a casa mi assicura che Alberto sta un po’ meglio (anche se diciamo che la situazione non è proprio ancora del tutto ok) mangiamo e poi subito a dormire per recuperare un po’ di forze.

– ritorna all’itinerario con i link alle varie tappe del viaggio-

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Ti potrebbe interessare anche

Cosa vedere a Vienna: i luoghi imperdibili

Vienna è una città elegante. Lo sapevo già prima di partire ed i 4 giorni trascorsi nella capitale austriaca non hanno fatto altro che confermare ...

Cosa vedere a Varsavia

Cosa vedere a Varsavia: la sua storia e la rinascita

Varsavia è una città splendida ed in continua evoluzione e rinascita. Prima di raccontarvi cosa vedere a Varsavia, devo farvi un accenno alla sua storia, ...