Home -> #inviaggiocoiblogger -> Visitare Parigi: i consigli di #inviaggiocoiblogger

Visitare Parigi: i consigli di #inviaggiocoiblogger

Cosa vedere a Parigi? Cosa mangiare, cosa fare e come vivere intensamente la bella e romantica capitale francese? Ho chiesto ai blogger cosa vuol dire per loro visitare Parigi, per la mia nuova rubrica #inviaggiocoiblogger, e gli ho chiesto non solo di darmi qualche suggerimento speciale, ma anche di raccontarmi le loro sensazioni, qualche curiosità, un libro da leggere per prepararsi al viaggio, una ricetta buonissima o un locale da non perdere assolutamente! Nasce così Visitare Parigi, il primo dei tanti viaggi virtuali che ho in mente di fare insieme a voi!
Io sono stata a Parigi diversi anni fa, ma non ne ho mai parlato sul blog. Parigi è stata per me amore e odio ed è per questo che ho deciso di rivederla prima di raccontarvi qualcosa di lei.
 Visitare Parigi
Ringrazio tutte le persone che hanno contribuito al post ed ora vi lascio scorrere tra le loro righe… vi verrà sicuramente voglia di partire e di visitare Parigi!

Parigi è una meta da vivere lentamente, una città che riesce a nascondere la meraviglia dietro ad ogni angolo, le cui vie profumano di freschezza e dolcezza. Parigi è una città da gustare camminando, per i suoi giardini, per le sue strade, lungo la Senna: è solo muovendosi a piedi che si può godere della vera essenza di questa città. E naturalmente vi consiglio di sostare in uno dei tanti bistrot o in uno dei tanti cafè per gustare anche le golosità culinarie che Parigi può offrire: non c’è nulla di meglio di una buona crepe assaporata nelle piazzette di Montmartre o un’ottima Croque Monsieur gustata all’ombra di Notre Dame. Proprio come ho raccontato nel mio blog!

https://ilnidodellenuvole.blogspot.it/2017/05/parigi-croque-monsieur-creperia.html

Uno dei miei posti preferiti di Parigi è il cortile interno del Palais Royal. E’ un posto molto creativo e divertente, adatto per grandi e bambini, a poca distanza dal Louvre. La particolarità di questo palazzo è che all’interno del suo bellissimo cortile ospita una serie di installazioni artistiche insolite, che incuriosiscono a primo sguardo e che si prestano benissimo per delle foto originali. E la buona notizia è che l’ingresso è gratuito.
Cosa vedere assolutamente a Parigi? Soprattutto se si hanno ragazzi un po’ più grandi, il Louvre, per quanto grande e denso di bellezze, non si possono mancare alcune delle opere d’arte più belle di questo museo. E quindi la mia foto è presa alla Piramide al tramonto.
visitare parigi ricordiinvaligia
Parigi, si sa, è una delle città più romantiche al mondo. Se volete far “impazzire” il vostro lui o la lei, ecco un itinerario sui luoghi speciali dove scambiarvi dei baci. Se poi al bacio aggiungete un selfie al vostro ritorno avrete come ricordo anche un singolare album fotografico.
visitare parigi sullestradedelmondo
 Ah Paris, la ville de l’amour! Chi non vorrebbe poter prendere un aereo, un treno o un autobus e passare qualche ora, giorno o settimana a mangiare croissants e baguettes e bere champagne all’ombra della Tour Eiffel. Purtroppo per molti di noi questo rimane un sogno in un cassetto semichiuso, ma grazie al cielo c’è un altro modo per scoprire Parigi: grazie alle pagine di un libro! Eccovi due libri che mi hanno fatto conoscere la Ville Lumière come pochi altri!
Sentendo nominare Parigi, la prima cosa che mi torna in mente è la Tartelette au Citron della boulangerie Coquelicot a Montmartre: è già passato un anno e mezzo dal mio ultimo viaggio in questa meravigliosa città, ma questo gustoso ricordo è rimasto ben vivido! Siamo capitati a Montmartre in una giornata uggiosa, e dopo la classica visita alla basilica del Sacro Cuore e un’occhiata irrinunciabile ai negozietti, ci siamo rifugiati qui per gustare un classico pranzo francese e la famosa Tartelette! I posti a sedere sono pochi, mal che vada ci sono anche tante opzioni dolci e salate da asporto! Devo ringraziare per la scoperta mia sorella Giulia, molto più parigina di me, visto che vive in questa meravigliosa città da più di 3 anni!
visitare parigi panannablogdiviaggi
“Parigi è sempre una buona idea”, con queste parole inizio il mio post della quarta volta a Parigi. E sì perché non credo ci sia bisogno di una scusa per andare o per tornare a Parigi. Però se proprio volete una motivazione io ve ne do un paio. E precisamente vi do due motivi per andare a Parigi e riuscire anche a risparmiare! Primo, se avete meno di 26 anni Parigi è la capitale giusta per voi. E sì, perché la capitale francese ci tiene molto ai giovani e permette a tutti i cittadini dell’Unione Europea con meno di 26 anni di entrare gratis in quasi tutte le attrazioni della città. Quindi musei, chiese, reggia di Versailles e tutte le attrazioni della città sono totalmente gratuite per i giovani cittadini europei. Solo la Torre Eiffel non è gratuita ma avrete comunque un biglietto ridotto. Se non è una buona motivazione questa, quale?

L’altro modo per andare a Parigi e risparmiare, è quello di organizzare il viaggio la prima settimana del mese. Infatti la prima domenica di ogni mese le attrazioni parigine sono gratis. Anche in questo caso fa eccezione il simbolo per eccellenza della capitale francese, quindi se volete salire sulla Torre Eiffel vi tocca pagare, ma sarebbe solo una delle tantissime attrazioni che potreste vedere in quella giornata e che vi permetteranno di risparmiare un bel po’ di soldini. Si sa, viaggiare è bello ma a volte è anche molto dispendioso e se si può risparmiare qualcosa perché non approfittare.

Ma Parigi andrebbe scelta non solo per questo, Parigi va vista per le stradine del Quartiere Latino, per le passeggiate di sera lungo la Senna, per i punti panoramici che vi faranno innamorare dei suoi tetti e per il profumo di croissant e pain ou chocolat la mattina appena svegli.
http://www.vieniviadiqui.it/wpvieni/parigi-sempre-buona-idea/

Visitare Parigi vieniviadiqui
…Come sarebbe stato vivere ai tempi della Belle Epoque?! Se volete immaginare il fasto e la grandezza di quei tempi, c’è un luogo perfetto per teletrasportavi indietro negli anni. Sto parlando del Moulin Rouge….ecco perché assistere ad uno spettacolo….
visitare parigi

Il periodo in cui Parigi si illumina di luce propria è sicuramente quello natalizi. Durante questo periodo la capitale francese è la città della magia e dell’amore per eccellenza.

Abbiamo trascorso, anni fa, un natale a Parigi e lo consiglio a tutti gli amanti dello spirito natalizio e dei mercatini. A cominciare dagli Champs- Elysées, dove protagonisti sono gli alberi ai lati del viale, riccamente decorati con luci led, per poi scoprire le diverse casette di legno dei mercatini con oggetti dell’artigianato locale e prodotti da agricoltura biologica a km 0.

Passeggiare lungo le strade di Parigi illuminate e decorate con fili luminosi e stelle di natale, vi farà tornare bambini. Il vostro lato romantico, che tutti nascondiamo, uscirà magicamente fuori, vivrete a pieno la magia del natale. Il mio consiglio è di passare un week end a dicembre a Parigi e capire perché viene dalla notte dei tempi chiamata la Ville Lumiere.

Se pensi a Parigi, senti in bocca il sapore di…
L’omelette è un piatto nato in Francia nel XVI secolo, anche se le prime versioni sono risalenti al 1300. La ricetta originale prevede l’utilizzo del burro, io invece preferisco utilizzare l’olio extravergine d’oliva. A voi la scelta! E’ una preparazione molto facile e veloce da realizzare, se seguite alcuni consigli!
Mi raccomando: l’omelette NON è una frittata. La differenza è che l’omelette viene cotta solo da una parte e poi viene ripiegata. Il mio segreto: per ottenere una consistenza soffice dell’omelette, aggiungo un po’ di latte mentre sbatto le uova
visitare Parigi leomamma
Dal Sacro Cuore alla Reggia di Versailles, navigando lungo la Senna per sostare al Museo D’Orsay, al Museo Pompidou, al Moulin Rouge e brindare con un buon Bordeaux davanti al meraviglioso spettacolo luminotecnico della Tou Eiffel!
Se vuoi fare tutto questo e di più senza impazzire con i trasporti e le code infinite dei musei, segui i miei consigli e goditi spensieratamente il tuo viaggio 😉
visitare parigi lagianna
Se ti è piaciuto il post “Visitare Parigi: i consigli di #inviaggiocoiblogger” condividilo sui social e non perderti il prossimo appuntamento! Andremo in un’altra città super romantica, ma questa volta in Italia: Verona!!
p.s.: se sei un blogger, non necessariamente di viaggio e hai suggerimenti (su luoghi, cibo, cucina, negozi, libri etc…) su Verona, contattami in privato!

4 commenti

  1. Che bellissima idea! Seguirò volentieri questa rubrica e spero di poter dare anche il mio contributo 🙂

  2. Bellissimo questo post…io sono stata a Parigi in vacanza due anni fa e l’anno scorso sono tornata per circa un mesetto; è vero, Parigi è meravigliosa ma è anche una città difficile, quindi capisco che si possa odiare e amare al tempo stesso. Leggere l’articolo mi ha riportato la magie delle strade parigine, dei bistrot, l’odore del burro che fuoriesce dalle boulangeries, la Senna…è vero, condivido, Parigi è sempre e comunque una buona idea!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Ti potrebbe interessare anche

Camargue

Girovagando per la Camargue: borghi e natura

Indomita e inquieta, la Francia sud-orientale della bouches-du- rhone ha la saggezza della memoria e delle pietre antiche, come pure la selvaggia intensità dei tori ...

La Reggia di Versailles

Sono passati diversi anni dal mio viaggio a Parigi, ma è da un po’ di tempo che ci ripenso, riguardo le foto e mi vien ...