Home -> diari di viaggio -> Cosa vedere a Varsavia: la sua storia e la rinascita

Cosa vedere a Varsavia: la sua storia e la rinascita

Varsavia è una città splendida ed in continua evoluzione e rinascita. Prima di raccontarvi cosa vedere a Varsavia, devo farvi un accenno alla sua storia, che ha una cicatrice profondissima: durante la seconda guerra mondiale venne rasa al suolo dai tedeschi. Nel suo bel centro storico rimasero in piedi solo pochissime pareti e quel poco che sopravvisse venne depredato e portato lontano dalla Polonia.
Ma la gente del luogo non abbandonò la città. Sarebbe stato semplice e comprensibile. Ed invece il loro orgoglio fu più forte. Senza nessun aiuto esterno decisero di ricostruire la città, ma non a caso: la ricostruirono esattamente com’era prima della guerra, a dimostrazione che, come l’Araba Fenice, si può ripartire dalle proprie ceneri, e che nessuno avrebbe potuto annientare la forza e la volontà di un popolo intero.

Il centro storico di Varsavia venne così ricostruito, grazie all’aiuto di foto d’epoca e dei quadri del Canaletto, ed ora appare in tutto il suo splendore. Questa sua particolarità lo ha reso parte dei Patrimoni Unesco.
Ed è da qui che parte il nostro viaggio a Varsavia.

Ringrazio per il supporto e l’aiuto nell’organizzazione del viaggio, l’ente del turismo di Varsavia, che ha, tra le altre cose, un nome bellissimo: Fall In Love With Warsaw.

Cosa vedere a Varsavia 15

Visitare Varsavia in due giorni è possibile ma se ne avete la possibilità vi consiglio di dedicare più tempo. Due giorni sono pochi, almeno per chi, come noi, è interessato anche alle visite museali oltre che alle passeggiate nei parchi e nelle vie della città. Due giorni sono davvero troppo pochi e lasciano fuori tanto ancora da vedere a Varsavia: non siamo riusciti a visitare il quartiere Praga, non siamo saliti sulla terrazza/giardino dell’Università e non abbiamo raggiunto il Palazzo Wilanow che è un po’ fuori dal centro. Giusto per citare qualcosa che avremmo voluto fare.
Eppure in 48 ore abbiamo visto tanto e ci sono piaciute così tante piccole cose, che forse, chi lo sa, un giorno torneremo, magari unendo altre città della Polonia alla sua capitale.
La storia qui si respira nell’aria, spesso triste e di grande insegnamento. E di storia noi, non siamo mai sazi.

Cosa vedere a Varsavia

Museo dell’Insurrezione di Varsavia

E’ uno dei quei musei che non ti aspetti, non perché ne sottovaluti la storia (Varsavia purtroppo ha tanto da raccontare sulla Seconda Guerra Mondiale) ma più che altro perché spesso non si viene a conoscenza della forza di alcuni eroi e di un intero popolo che ha lottato per la propria libertà ed indipendenza. E’ questo che troverete nel Museo dell’Insurrezione di Varsavia, una struttura enorme, che vi racconterà, in ordine cronologico, tutti gli eventi che hanno portato la Polonia a ribellarsi al dominio tedesco, le conseguenze drammatiche per la città, e come i Polacchi, e i cittadini di Varsavia in particolare, hanno reagito. Orgoglio, questa è la parola chiave. Un museo imperdibile. Vi consiglio di visitarlo come prima tappa perché vi consentirà di capire pienamente cos’è oggi Varsavia e questa comprensione vi aiuterà in tutte le altre visite.
Informazioni su costi e orari.

 Cosa vedere a Varsavia 02 Cosa vedere a Varsavia 03 Cosa vedere a Varsavia 04

Parco e Palazzo Lazienki

Situato poco fuori dal centro storico di Varsavia, ma comodamente raggiungibile in circa 15-20 min con bus e tram, il Parco Lazienki è una distesa di verde enorme, con sentieri tra gli alberi ed una vegetazione talmente fitta da non sembrare neanche un parco cittadino. Entrando da uno degli ingressi principali, quello su Aleje Ujazdowskie, ci si ritrova in uno spiazzo con una fontana centrale ed il Monumento a Chopin; molte panchine disposte orizzontalmente verso il compositore ed alcune panchine multimediali grazie alle quali è possibile ascoltare le sue opere più famose e belle.

Tra i consigli di cosa fare a Varsavia il Parco Lazienki è sicuramente in prima posizione: in primavera passeggiare tra i suoi alberi deve essere una meraviglia.

All’interno del Parco sono presenti diversi Palazzi, alcuni dei quali visitabili acquistando alla cassa, situata vicino al Palazzo dell’Acqua, un biglietto unico che vi darà accesso alle strutture e ad una audioguida, utilizzabile anche per scoprire, più nel dettaglio, il giardino.

Cosa vedere a Varsavia 06
Visitiamo quindi il Palazzo Lazienki, detto anche Palazzo sull’Acqua o sull’Isola, per la sua particolare dislocazione proprio al centro di un isolotto in mezzo al lago: si tratta della residenza dell’ultimo re polacco,  Stanislao Augusto Poniatowski, parzialmente distrutto durante la seconda guerra mondiale e ricostruito nell’immediato dopo guerra (come molte delle strutture a Varsavia). Alcune sale sono molto sontuose, ma di una eleganza diversa e più semplice rispetto ai palazzi della nobiltà francese o viennese; bellissimi i balconi vista lago.
Ci spostiamo poi verso la Casa Bianca, che deve il nome alla sua facciata, anticamente casa degli ospiti illustri del re e dei suoi parenti; finiamo la visita con l’Orangerie, oggi gipsoteca, e con il Teatro Reale, situato al suo interno: pochi posti per un luogo che è, a mio parere, un vero gioiello.
Informazioni su costi e orari.

Cosa vedere a Varsavia 10 Cosa vedere a Varsavia 11 Cosa vedere a Varsavia 12 Cosa vedere a Varsavia 13 Cosa vedere a Varsavia 14

Cosa vedere a Varsavia: il Ghetto

Inutile dirvi che Varsavia ha avuto nel corso del secolo scorso una delle comunità ebraiche più vaste ed importanti. Durante la seconda guerra mondiale, tutti gli ebrei vennero confinati all’interno del Ghetto (il più grande d’Europa) e vennero costruite delle mura di contenimento. Oggi sono rimaste parte di queste mura, su alcune delle quali troverete delle targhe, ma tutto intorno sono stati eretti palazzi e grattacieli: la sensazione che si ha è di un pezzo di storia completamente inglobato nella vita di oggi.  Per visitare il Ghetto entrate dentro il cortile del condominio in via Złota 62.

Visitare Varsavia: il Centro storico

Come detto in apertura di post e ripetuto più volte, il centro storico di Varsavia, oggi Patrimonio Unesco, è la ricostruzione perfetta della città prima della seconda guerra mondiale. Al di là della rilevanza storica, quello che si visita oggi è un insieme di palazzi dei colori più vari, che si affacciano su due piazze, quella di fronte al Castello Reale e la Piazza del Mercato, collegate mediante vicoli caratteristici, anch’essi con case particolari e coloratissime e chiese che vi consiglio di visitare. Una passeggiata di giorno vi darà modo di godere dei colori e di tutti i dettagli; ma vale la pena tornarci di sera, quando forse perderete qualcosa nella sfumatura dei palazzi, ma verrete ricompensati dalle luci gialle che si rifletto sulla strada acciottolata.
Nel centro storico troverete, a riprova di un turismo crescente, negozi di souvenir e ristoranti tipici.

Cosa vedere a Varsavia 22 Cosa vedere a Varsavia 07 Cosa vedere a Varsavia 08 Cosa vedere a Varsavia 21

Castello Reale

Del Castello Reale, dopo la Seconda Guerra Mondiale, rimasero solo due pareti (che vi indicheranno durante la visita con audioguida). Si tratta della residenza ufficiale dei monarchi e la visita vi porterà attraverso una serie di sale eleganti e raffinate. In una delle ultime sale è possibile ammirare i quadri del Canaletto, pittore di corte, che aveva immortalato molti scorci di Varsavia tanto che i suoi quadri, pieni di dettagli, furono usati durante la ricostruzione della città.
La domenica l’ingresso è gratuito: armatevi di pazienza, la fila è piuttosto lunga!
Informazioni su costi e orari.

Cosa vedere a Varsavia 16 Cosa vedere a Varsavia 17 Cosa vedere a Varsavia 18 Cosa vedere a Varsavia 19 Cosa vedere a Varsavia 20

Palazzo della Cultura

Il Palazzo della Cultura è il più forte esempio sia di architettura Sovietica che dell’influenza (potrei dire quasi predominio) della Russia sulla Polonia: il palazzo stesso è un “regalo” della Russia alla sorella più piccola, la Polonia, e la sua grandezza/altezza, che lo rendono visibile da quasi ogni punto di Varsavia (visitare Varsavia e non vedere almeno da lontano questo palazzo è impossibile!), è una dimostrazione di quanto ci tenessero i russi a sottolineare la loro potenza sugli alleati considerati minori. Proprio per questo motivo, e per l’orgoglio polacco di cui vi ho già parlato, spesso si parla di possibile demolizione della struttura.

Cosa vedere a Varsavia 01 Cosa vedere a Varsavia 05
Imponente ed altero, il Palazzo è ora circondato da una serie di grattacieli moderni, ma la sua architettura caratteristica non passa inosservata, soprattutto la sera, quando una illuminazione cangiante ne delinea il profilo.
Oggi è sede di musei, sale congressi, teatri, cinema ed uffici, ed è possibile salire fino al piano 30 (con un biglietto apposito) per godere di una vista sulla città. Purtroppo il centro storico non è vicinissimo, quindi lo vedrete solo in lontananza, ma il panorama vale sicuramente la salita (in ascensore!).
Informazioni su costi e orari.

Cosa vedere a Varsavia: la Strada reale

La Strada Reale è una via (anzi, l’insieme di tre vie), lunga circa 10 km, che congiunge il Palazzo Reale, nel centro storico di Varsavia, al Palazzo Wilanow. Passeggiando lungo questa strada è possibile notare, nel primo segmento, la famosa Novy Swiat, palazzi nobiliari dei secoli XVII e XVIII (ricostruiti nel periodo post bellico), oggi divenute ambasciate o palazzi istituzionali, come i ministeri, chiese e diversi locali/negozi; nella seconda parte della Strada Reale ci troviamo invece a contatto con architetture più moderne, semplici residenze o grattacieli adibiti ad uffici. Il terzo segmento (che purtroppo non ho percorso) esce dal centro della città e vi condurrà fino ad una delle residenze reali più belle, Palazzo Wilanow.

Cosa vedere a Varsavia 23 Cosa vedere a Varsavia 09

Cosa ancora non abbiamo visto? E sottolineo “ancora”: il palazzo Wilanow, leggermente fuori città, che sembra essere, almeno dalle foto, un vero capolavoro di architettura e arredi nobili; il giardino pensile sulla terrazza della Biblioteca dell’Università, un luogo di cui mi sono innamorata a “prima foto”, i Giardini Sassoni ed il Quartiere Praga. Ritorneremo? Certo che si, forse anche più di una volta! 🙂

Se stai organizzando un weekend a Varsavia, ecco tutti i consigli utili per un viaggio low cost

 

Ti è piaciuto il post “Cosa vedere a Varsavia”? Condividilo sui social! 🙂

2 commenti

  1. Se farai ritorno in Polonia, includi Cracovia nel tuo itinerario. E’ una città a cui sono legata per molti motivi per cui mi considero di parte, ma merita veramente di essere vista e vissuta una volta.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Ti potrebbe interessare anche

Da Varsavia a Poznan: visitare Poznan in un giorno

Svegliarsi con la vista su Poznan, nonostante il cielo grigio, ha il suo perché. La colazione all’Andersia Hotel è spaziale e dopo esserci rifocillati con ...

Poznan: consigli utili per organizzare il viaggio

Stai pensando ad un weekend in una città europea interessante, diversa dalle solite mete e lowcost? Poznan  è quello che fa per te! Ti racconto ...